Assistenza medica – Scelta del medico curante

Le sei residenze di cura dispongono di una direzione medica assicurata dal Direttore Sanitario coadiuvato dal Vice Direttore Sanitario in collaborazione con sei medici aggiunti che oltre ad essere regolarmente presenti negli Istituti, garantiscono, per i loro pazienti, la reperibilità 24 ore su 24 in caso di urgenza.

I medici sono regolarmente presenti negli Istituti per le visite settimanali ai loro residenti e per colloqui con i familiari e partecipano ai regolari corsi di formazione organizzati all’interno degli Istituti.

Ogni Casa ha inoltre un medico responsabile di riferimento.

Gli Istituti si avvalgono della consulenza di specialisti interpellati dal medico curante in caso di necessità. I costi degli interventi medici sono assunti dalla cassa malati.

I residenti possono, se lo desiderano, chiedere di essere seguiti dal loro medico curante a condizione che questo rispetti le indicazioni della “Ordinanza municipale per i medici operanti negli istituti di cura del Comune di Lugano” dell’08 febbraio 2018, dando soprattutto la disponibilità ad essere interpellato in caso di urgenza, anche al di fuori delle ore di apertura dello studio medico o nominando un sostituto in caso di assenza, comunicandone il nome ed i recapiti alla struttura.

La Capostruttura è a disposizione per qualunque chiarimento al riguardo.

Il Residente svincola il medico curante dall’obbligo del segreto medico sia nei confronti del Direttore sanitario che degli altri medici operanti nell’istituto, che potrebbero, eccezionalmente, essere chiamati ad intervenire in caso di sua assenza per una situazione urgente. Egli accetta di svincolare il Direttore sanitario limitatamente ad informazioni d’interesse collettivo nei confronti del Direttore amministrativo come indicato nel “Contratto di accoglienza negli Istituti di cura della Città di Lugano”.

La Direzione di Lugano Istituti Sociali, in caso di evoluzione della patologia del residente o di problemi di organizzazione del reparto, si riserva la possibilità di proporne il trasferimento in un altro reparto o in un’altra struttura, sentito il parere del Residente, dei suoi familiari e/o del suo rappresentante legale e del medico curante.

I ricoveri ospedalieri sono stabiliti dal medico nel rispetto della volontà dell’anziano e/o dei suoi familiari o dal rappresentante terapeutico.

Il medico responsabile del “Centro di competenze in cure palliative” è il Dr. Roberto Di Stefano. In questo reparto, come previsto dalla “Strategia Cantonale di cure palliative”, non è prevista la libera scelta del medico

Stesso discorso, per ragioni di continuità e uniformità nella presa a carico, vale per i “reparti

protetti”, all’interno dei quali gli ospiti sono presi a carico dal medico responsabile del reparto.

Cure infermieristiche

Le residenze si avvalgono della collaborazione di capireparto, di infermieri, di operatori sociosanitari e di assistenti di cura i cui profili formativi sono riconosciuti dalla Croce Rossa svizzera. Agli infermieri compete in particolare:

  • creare un buon rapporto interpersonale con i residenti, favorire le loro relazioni all’interno e all’esterno dell’Istituto di cura (con altri residenti, parenti, conoscenti, volontari)
  • provvedere al benessere dei residenti attraverso il recupero e il mantenimento delle loro risorse psicofisiche rispettando, per quanto è possibile, le loro abitudini e i ritmi di vita
  • osservare e comunicare al diretto superiore il mutamento delle condizioni generali dell’anziano
  • eseguire prestazioni tecnico-infermieristiche per cui sono formati
  • partecipare alle riunioni quotidiane di reparto aggiornando la documentazione infermieristica
  • collaborare alla formazione degli allievi e del personale ausiliario curante
  • collaborare alle ricerche ai fini di un miglioramento delle cure e dell’economicità delle stesse