L’impegno educativo del CEM consiste nell’accogliere il minore nella sua specificità promuovendo una relazione di aiuto che lo considera nella sua unicità e identità.

La presa in carico nel centro educativo è volta ad accompagnare il minorenne nel suo percorso di crescita verso una situazione di autonomia con il limite temporale del raggiungimento della maggiore età.

Il raggiungimento di questi obiettivi dipende in buona misura dall’aggancio e dalla qualità relazionale, così come dalla collaborazione con il minore, ma anche dalla possibilità di collaborare con la sua rete di riferimento. Si tratta generalmente di:

  • genitori e famigliari

  • capoprogetto (normalmente si tratta di un operatore dei servizi abilitati);

  • Preture e Autorità Regionali di Protezione

  • docenti, datori di lavoro, psicoterapeuti, medici, animatori di società sportive

La presa in carico educativa consiste essenzialmente nelle seguenti mansioni:

  • attenzione all’individualità, ai bisogni affettivi del minore;

  • sostegno alla personalità degli ospiti, attraverso momenti di dialogo e la ricerca di condivisione dei vissuti che li riguardano;

  • impostare il progetto operativo con il minore e di verificarlo periodicamente;

  • aiutare il minore nella gestione dei suoi aspetti organizzativi e materiali;

  • facilitare momenti di dialogo, empatia e di condivisione;

  • organizzazione e la gestione del gruppo e dei singoli ospiti rispetto alla quotidianità;

  • sostegno nella formazione scolastica e professionale;

  • organizzazione e la gestione di attività ricreative, sportive, artistiche e culturali;

  • collaborazione con la rete di riferimento dei singoli utenti.

Mappa

Indirizzo e contatti

Via Marco da Carona 10
6900 Lugano

058 866 20 20
casa.primavera@lugano-lis.ch
risorse.umane@lugano-lis.ch

Informazioni

Approfondimenti

Video